FIORE DOPO FIORE INIZIA LA PRIMAVERA

Composizioni floreali in stile formale

Lo stile formale è così denominato perché le composizioni realizzate in questo stile devono avere una forma geometrica regolare, che solitamente è quella della sfera e della semisfera. Secondo lo stile formale vanno osservate le seguenti regole:

  • i fiori sporgono tutti alla medesima altezza
  • nessun fiore emerge per assumere il ruolo di protagonista
  • i fiori sono mescolati in modo da realizzare un insieme omogeneo senza spazi vuoti fra un fiore e l’altro
  • l’interesse visuale è dato dalla visione complessiva del design realizzato, senza che vi sia necessità di scendere nei dettagli

Composizioni floreali in stile decorativo

Lo stile decorativo è così denominato perché le composizioni realizzate in questo stile sono adatte allo scopo di “decorare” attirando molto l’attenzione per la loro appariscenza. La libertà espressiva della forma negata allo stile formale, costretto in una rigorosa geometria, appare invece nello stile decorativo. Nello stile decorativo vanno osservate le seguenti regole:

  • i fiori vengono movimentati l’uno rispetto all’altro a diverse lunghezze
  • devono essere create alternanze di pieni e di vuoti
  • l’alternanza di pieni e di vuoti produce effetti di chiaroscuro

Composizioni floreali in stile vegetativo

Nello stile vegetativo, all’espressività degli spazi si aggiunge il trasporto delle emozioni. Infatti esso trova i suoi fondamenti non tanto nelle regole geometriche ma soprattutto nell’imitazione della natura, della quale si dovrà essere attenti osservatori per creare lavori soddisfacenti. Il suo stesso nome richiama la finalità dell’intento: rispettare il più possibile il senso di crescita naturale dei vegetali impiegati perché l’effetto sia quello di una semplicità libera e gioiosa data dall’insieme floreale che sembra generarsi spontaneamente dal piano di terra, senza artificiose costruzioni da parte del designer. Potendovi essere più di una zona focale, l’osservatore sarà invitato a indagare ogni parte della composizione, come in un piccolo paesaggio naturale, per scoprirne tutte le bellezze appariscenti o segrete. Nello stile vegetativo vanno osservate le seguenti regole:

  • i fiori vengono raggruppati in insiemi omogenei rispettando il loro modo di crescita naturale, dando la sensazione che la composizione si sia “fatta da sé”
  • devono essere create alternanze di pieni e di vuoti
  • l’alternanza di pieni e di vuoti produce interessanti effetti di chiaroscuro

Composizioni floreali in stile lineare

Lo stile lineare può essere utilizzato per realizzare composizioni in stile classico o in stile moderno libero. Le lineari classiche sono tre:

  • linea Hogarth
  • mezzaluna
  • western line
ed hanno una precisa forma e regole compositive, caratterizzandosi per un’armoniosa e slanciata eleganza.
Nello stile lineare libero, invece, fiori e foglie vengono impiegati per creare un design stilizzato, dove linee, superfici e masse si equilibrano perfettamente nella formazione di un disegno. Lo stile lineare libero permette di lasciare sfogo alla creatività, non essendo soggetto a rigide regole compositive.

Privacy
Realizzato da Soluzione Globale in collaborazione con BizWeek